Zaino batte valigia, dai 1650 metri in su

 In Bambini in montagna - guide pratiche

Chi ha letto “Il magico potere del riordino” ha un vantaggio. Nell’armadio dovrebbe esserci una sola scatola, grande quanto quella delle scarpe, sta tutto lì. Non l’avete letto? Mangiarsi le unghie non aiuta. Ecco l’abc.

2×1, quasi una regola

scarponi

scarponi

Di tutto due cose, in modo da avere un cambio. Due pantaloni, meglio se hanno la cerniera al ginocchio. Due magliette lunghe, due corte. Con la cerniera al gomito ne esistono alcune versioni ma i colori non sono un granché. Una giacca anti vento, impermeabile. Una felpa o un maglione di lana non guastano, il tempo può cambiare in un soffio. Scarponcini: piede destro, piede sinistro stanno al sicuro. E una crema solare, quella sì.

Avanza spazio? 3 libri almeno

libri

libri

Chi ha aderito all’Italian Book Challenge riuscirà a portarne qualcuno in più. Le tasche laterali dello zaino servono a questo. Un libro con la copertina blu entra di sicuro. Per tutti gli altri ci sono due possibilità: passare alla biblioteca di Predazzo (si libera spazio per un vestitino a fiori e infradito, per la sera) oppure scegliere libri con la copertina morbida. Magari bella, che fa compagnia. Terza possibilità: I draghi del Latemar di Beatrice Calamari lo trovate a Gardonè.

sarac

Recommended Posts

Leave a Comment