Circo Latemar: 6 giorni da ridere

 In News

Arriva la settimana della Clownerie

Dal 26 al 31 luglio torna la poesia del circo. Gli spettacoli vanno in scena con monologhi folli, acrobazie, numeri di giocoleria, storie fantastiche, magia comica e fantasia.  Nel circo c’è ritmo, equilibrio, solidarietà. Valori che in montagna sono essenziali. Ma più di tutto, a noi piace il circo perché costringe a fidarsi degli altri.

La settimana della Clownerie apre il 26 luglio con il mitico Prof. Drache per scoprire le tracce dei draghi buoni del Latemar (26 luglio, Bentornato Prof. Drache). A seguire Luigi Ciotta, per costruire mondi fantastici a partire da una valigia o molte (27 luglio, Tutti in valigia), e ancora la poesia di Urana Marchesini (29 luglio, Vai e vola), Otto il Bassotto e i suoi palloncini improbabili (30 luglio, Pallonciniere), e Tommaso Brunelli con le rocambolesche avventure alla conquista di Veronique (30 luglio, Veronique Esemble). A lui sono affidati anche i laboratori (28 e 31 luglio, Equilibrismo) per giocare con monocicli, trampoli, rulli e rola bola con la leggerezza del circo di strada.

Questa è la quinta edizione. In quattro anni abbiamo ospitato artisti d’eccezione come Claudio Madia, Claudio Cremonesi e Davide Baldi; il Microcirco di Aquarone Ferraris, Mago Barnaba, Milo e Olivia; La Sbrindola, Nando e Maila, e Teatro Necessario. Per i laboratori abbiamo contato sempre sulla collaborazione della Scuola di Circo di Trento “Bolla di sapone” e delle ragazze della Scuola di Circo Oppetelà di Rovereto.

Recommended Posts

Leave a Comment