• Latemar Montagnanimata

Blog

Avventure nella Foresta dei Draghi ep.3

4 piccoli esploratori – episodio 3

Ritroviamo i nostri piccoli amici nella Foresta dei Draghi, quando la luce piena del giorno fa posto a quella più soffice e calda della sera.

Un drago? Come no, figurati! Siamo capitati in questo posto da due ore e tu già senti i draghi. Edo, datti una calmata. Piuttosto pensa a come riportarci a casa”.

“Eppure vi dico che non poteva essere un cervo o uno scoiattolo,  era qualcosa di più grosso e pesante…molto più grosso”.

Il sole sta tramontando e la luce filtra tra gli alberi disegnando piccole fasce dorate. I quattro esploratori si guardano l’un l’altro come per dire: e adesso… che si fa?

“Sarà meglio trovare un riparo per la notte ragazzi. In montagna le temperature scendono e c’è da battere i denti. Meglio toglierci dal sentiero e cercare un posticino al sicuro”.

“Vuoi dire che dobbiamo dormire qui?”

“Dai Emma, sarà un po’ come andare in campeggio”.

la foresta dei draghi, in val di fiemme, avventure cercadraghi

mappa, cannocchiale, corda e il libro del professore

Raccattano in fretta tutte le loro cose: mappa, cannocchiale, corda e il libro del professore. In velocità, bisogna andare. Si avviano lungo il sentiero, gli alberi ai lati sono così grandi e maestosi che sembrano vegliare sul cammino dei nostri piccoli amici.

“Ma dimmi perché io devo portare il libro? È pesantissimo!”

“Sei il solito lamentoso Teo! Poche storie e cammina che qui si fa buio in fretta”.

Povero Teo,  con lo sguardo al cielo borbotta qualcosa e si rimette il librone in spalla. Ma eccola, Emma ha un occhio pazzesco. Cosa avrà visto?

la foresta dei draghi, in val di fiemme, avventure cercadraghi

laggiù, laggiù! C’è qualcosa…

“Laggiù, laggiù! Ragazzi guardate! Cosa può essere? Sembra un baule!”

Tutti fermi. I bambini sono immobili, strizzano gli occhi, mettono a fuoco.

“È proprio un baule! Come può essere arrivato fino qua? Qualcuno l’avrà abbandonato?

“Mhh, questa storia non mi piace. Non ti avvicinare Emma. Andiamo via, lasciamo stare. Chissà cosa contiene, meglio non indag…”. CLAC!

Neanche il tempo di dirlo che la piccola Emma è già, gambe all’aria, dentro al baule fino alla cintura.

“C’è una pipa, del tabacco, una lente, libri vecchi, mezzi rotti. Stoffe e un sacco di carabattole qui sul fondo! Potrebbe appartenere al professore e ci ha seguiti mentre venivamo catapultati qui. Insomma, quello che si è catapultato con noi. Beh, portiamocelo via, magari qualcosa ci può servire”.

“Piano, piano! Se tu pensi che io mi porti in spalla quel coso ti sbagli di grosso”.

“Dai Teo , cosa dici?! Lo porteremo insieme a turno. Prendi quella maniglia e aiutami”.

“Ecco, ovviamente siamo qui in quattro e tu scegli me!”

Teo ha finito le energie. Comincia a farsi buio, vorrebbe essere nel suo letto, altroché. I bambini si caricano il baule a fatica. Portarselo dietro sarà stata una buona idea?

la foresta dei draghi, in val di fiemme, avventure cercadraghi

Teo non riesce a prendere sonno e si immerge nel libro del prof.

“Venite qui ragazzi! C’è uno spiazzo, con una roccia enorme e tanti alberi intorno, mi sembra un buon posto per passare la notte”.

E così Sem, Teo, Edo e Emma formano un cerchio vicino a questo grande masso e accendono un fuoco per riscaldarsi e tenere lontani gli animali. La giornata è stata lunga, piena di emozioni. Uno ad uno i bambini poggiano il capo – chi su una radice, chi su un cuscino di muschio soffice – e si addormentano. Emma dorme dentro al baule, guardatela! Teo non riesce a prendere sonno e si immerge nel libro del prof.

“Pssst, pssst, Teo!”, bisbiglia Edo. “Non dirlo agli altri, non voglio farli agitare. Su questa roccia ci sono dei graffi! Sono enormi, non può essere stato un animale comune… questo è un graffio di drago!

CONTINUA…

Se vi siete persi il PRIMO EPISODIO o IL SECONDO, eccoli qui e buona lettura 😉

QUALCHE INFORMAZIONE PRATICA PER VIVERE LA VOSTRA AVVENTURA:

La Foresta dei Draghi è a Gardonè, una facile passeggiata da percorrere in famiglia. Raggiungibile con gli impianti di risalita di Predazzo in Val di Fiemme. Gli impianti sono aperti, durante la stagione estiva, dal 25 giugno al 10 settembre.
Se non siete riusciti a venirci a trovare durante l’estate, tranquilli…la Foresta dei Draghi ti aspetta anche in inverno 😉

Francesca Delladio

0 Read More

Avventure nella Foresta dei Draghi ep.2

4 piccoli esploratori – episodio 2

Sembra una giornata come tante nella Foresta dei Draghi…quando…

“AHAHAAAAAAAAA!”

CRASCH…SBAM…CRONC…TONF!

Urla assordanti e quattro tonfi precisi rompono la quiete della MontagnAnimata. Come un lampo improvviso, un bagliore illumina gli alberi e i sassolini bianchi del sentiero. Poi un silenzio surreale. Anche gli uccellini smettono di cantare.

la foresta dei draghi, in val di fiemme, avventure cercadraghi

L’antico libro del Prof.

“Te l’avevo detto di non toccare quel librone! Guarda dove siamo precipitati!

“Aia! Oi, oi, il mio sedere! Sono caduto su una roccia! Mi resterà il livido per giorni. Vedrai il professore quando se ne accorgerà, ci metterà in castigo per un anno, altro che!”

Dal folto del bosco sbucano tre bambini, hanno delle foglie fra i capelli e aghi di abete conficcati nei vestiti. Pezzi di corteccia ovunque. Un po’ ammaccati si guardano attorno, si scrollano di dosso la polvere disegnando nuvolette nell’aria. Il più grande dei tre ha un cannocchiale e scruta l’orizzonte.

“Si certo! Ad occhio e croce direi che siamo in una foresta!”

Bella deduzione Sem, complimenti. Ci sono abeti e larici enormi, corteccia, pigne, muschio, licheni, uccellini cinguettanti, resina appiccicosa. Sì, direi che siamo in una foresta!”

Tranquillo Teo, adesso prendo la mappa e vedrai che in quattro e quattr’otto vi tiro fuori da questo pasticcio! Dunque, fammi un po’ vedere. Hei, non può essere! Non ci credo, datemi un pizzicotto che sto sognando! Siamo nella Foresta dei Draghi del Latemar!

“Vuoi dire QUELLA Foresta dei Draghi? E QUEL Latemar!?”

la foresta dei draghi, in val di fiemme, una radura

A occhio e croce direi che siamo in una foresta Teo!

Questo posto è famosissimo! Tantissimi ricercatori di fama mondiale setacciano questi boschi in lungo e in largo alla ricerca di indizi, segni, tracce. Uno fra tutti è il Prof. Nikolaus Drache, illustre dragologo. Questi tre ragazzini stanno per vivere una di quelle avventure da favola, straordinaria al pari delle più antiche leggende, ne sono certa!

“Ma guardali là! Hei voi! YU UUU! Aspettatemi dai! Mi lasciate indietro solo perché sono la più piccola”

Accipicchia! C’è anche una bambina…mmmh…sembra molto arrabbiata.

Ah eccoti Emma! Impossibile lasciarti indietro, riesci sempre a trovarci! Sei peggio di un segugio!”

“Voi maschi non capite mai nulla! Dammi quella cartina su!”

la foresta dei draghi, in val di fiemme, l'inizio del sentiero

Vediamo un po’ la mappa…

“Non te la prendere, ti saremmo venuti a cercare fra cinque minuti, stanne certa” 😉

“Sì, immagino! Se fossi rimasta ad aspettarvi sarei ancora a penzoloni su quell’albero laggiù”

All’improvviso uno strano rumore fra gli alberi, una specie di fruscio. I bambini rimangono immobili, zitti, con gli orecchi tesi verso la boscaglia.

“Cos’era quel rumore ragazzi? State pensando a quello che penso io? Non sarà forse un… un… un drago!”

CONTINUA…

 

SE VI SIETE PERSI IL PRIMO EPISODIO

QUALCHE INFORMAZIONE PRATICA PER VIVERE LA VOSTRA AVVENTURA:

La Foresta dei Draghi è a Gardonè, a cinque minuti da Predazzo. È una passeggiata facile da fare con i bambini in vacanza d’estateSi trova all’arrivo della telecabina Predazzo-Gardonè, in Val di Fiemme. Prima di partire controlla gli orari.

Francesca Delladio

0 Read More

Avventure nella Foresta dei Draghi ep.1

4 piccoli esploratori – episodio 1

Sembra una giornata come tante altre nella Foresta dei Draghi. È primavera inoltrata, l’aria si fa più tiepida e profumata, la neve ha lasciato spazio alla morbida erbetta. Quando…

Tof! Tof! Stai basso, non farti vedere! Nasconditi lì, dietro quell’albero dai! Presto!”

Ma si Pina! Stai tranquilla sarò invisibile…eh eh eh! A volte vorrei essere piccolo come te 😉

“L’armamentario” dei piccoli esploratori

Chissà cosa ci fanno 4 ragazzini da soli nella Foresta…e che buffi i loro vestiti. Sembrano venire da un’altra epoca. E tutto quell’armamentario che si portano dietro? Mappe, libri, bussola, cannocchiale, corde e lanterne, perfino un baule…ma cosa avranno intenzione di fare? Che siano pronti per una spedizione?

“Ei Tof! Li vedi? Che fanno?”

Calmati piccola Pina, li seguo quatto, quatto a distanza. Con le mie silenziose alucce da giovane draghetto non mi beccheranno mai! Sono leggero come una piuma J ah ecco, da qui li vedo meglio.

Uno dei quattro sta scrutando il bosco con il cannocchiale e l’altro, vicino, gli sta mostrando qualcosa tra gli alberi, sta indicando verso…verso…QUESTO albero!!!! Ei! Un momento…VIAAAA….

“uno dei quattro sta scrutando il bosco con il cannocchiale”…

Pfiu! Per una squama non mi scoprivano…ma allora, forse stanno cercando me, cioè noi, cioè i draghi!

Che siano allievi di Drache? Il famoso dragologo? Non mi pare averli mai visti alle sue lezioni di dragologia.

Uno, due, tre ..e li seduto in mezzo al sentiero c’è il quarto. Sembrano proprio quattro piccoli esploratori.

Ei Pina! Uno di loro è una lei! Una bambina bionda, com’è carina e buffa! Ha le scarpe più grandi delle mie zampe eppure è piccolina.  Aspetta, è andata a strappare di mano la mappa a quello più grande, eh eh, che grinta! Adesso la sta leggendo lei, la gira e la rigira come avessa fra le mani un volante 😉 ma un momento… La sta guardando al contrario! Ahahhahhahh ! OK stiamo tranquilli, finché guida lei la spedizione non ci troveranno mai. 😉

“Eppure caro il mio Tof , questa storia mi suona parecchio strana. Da dove verranno? E cosa staranno cercando? E se si mettono nei guai? Chi li aiuterà? Tu?..

Vieni, lasciamoli in pace per un po’. Io me ne tornerò dalle mie sorelle nell’arnia e tu faresti meglio a tornare a casa, tua mamma Robinia ti starà già cercando in ogni angolo del Latemar!”

OK, OK! ….Uffa! per una volta che succede qualcosa di particolare in questa Foresta! Vabbè dai, si stanno rimettendo in marcia, magari li seguo ancora 5 minutini ;)…

CONTINUA…

Francesca Delladio

0 Read More

5 PIATTI TIPICI DA GUSTARE NEI RIFUGI DELLO SKI CENTER LATEMAR part.2

5 piatti tipici da gustare nei rifugi dello Ski Center Latemar: continua la nostra guida alle sfiziosità dei rifugi di montagna. La prima parte di questo tour del gusto nei rifugi della skiarea la trovi qui.

I rifugi del comprensorio sciistico Ski Center Latemar sono accoglienti, con una vista spettacolare sulle Dolomiti. Abbiamo scelto alcune specialità da provare della tradizione trentina e altoatesina. Se avete in programma una giornata sulla neve in Trentino Alto Adige, dopo aver controllato gli sci e come vestire i bambini sulla neve, date un’occhiata ai rifugi.

  1. Rifugio Agnello

    Grigliata mista al rifugio Agnello

Da Pampeago si sale con la seggiovia Agnello, al cospetto del monte da cui prende il nome. Arrivati in quota, sotto la stazione della seggiovia, trovate il rifugio. In posizione soleggiata, con ampia terrazza, musica apres-ski, propone una grigliata mista, con canederli o polenta da leccarsi i baffi. Ottima la selezione di dolci: provate la panna cotta con calotta di cioccolato bianco. Un’opera d’arte, in piena sintonia con le creazioni del Parco RespirArt, la più alta esposizione d’arte all’aperto d’Europa (a quota 2200 metri). Gli artisti hanno creato una meravigliosa cornice alla pista Agnello: da visitare sia d’inverno sia d’estate.

  1. Rifugio Baita Gardonè

    Baita gardonè

A pochi minuti da Predazzo, con la cabinovia Predazzo-Gardonè, trovate uno dei più bei rifugi delle Alpi. Atmosfera accogliente, ambiente alpino davvero unico, caldo e originale: da provare lo scivolo per scendere al piano interrato. Potete scegliere tra self service veloce al piano terra, e menu à la carte al piano superiore. Vi consigliamo le costine di maiale accompagnate da salse saporite. È un piatto da gustare con le mani: non preoccupatevi, lo dice anche il galateo 😉

  1. Rifugio Epircher Laner

    Hirtemaccaroni o Maccheroni del contadinoal rifugio Epircher Laner

A Obereggen (raggiungibile con la cabinovia Ochsenweide, anche senza sci) trovate il rifugio Epircher Laner con self service al banco. La musica, il menu, l’atmosfera vi faranno sentire immersi nell’ambiente altoatesino. Il piatto consigliato dalla casa è l’Hirtemaccaroni o maccheroni del contadino: pasta corta con salsa di pomodoro, panna, funghi e ragù. Il servizio è veloce: al banco potete ordinare bevande e piatti express. Date un’occhiatina alla piccola vetrina dei dolci: strudel con pasta frolla (non si trova ovunque), tiramisù, torta sacher e torta di grano saraceno con marmellata di mirtilli rossi.

  1. Rifugio Absam

    Il piccolo ma accogliente chiosco vicino al rifugio Absam

Vicino Obereggen, ai piedi della seggiovia Absam (raggiungibile anche a piedi o con lo slittino) si trova il rifugio Absam. Nella casetta a fianco del rifugio (stessa gestione) potete ordinare un magnifico mezzo pollo allo spiedo: cucinato davanti ai vostri occhi fino al momento del servizio. Non è un piatto comune sulle piste: saporito e gustoso, potete abbinarlo con le salse che vi piacciono di più. E poi, tavoli all’aperto, cuscini e materassini per una pausa relax.

  1. Rifugio Latemar

    Il rifugio Latemar a Pampeago

Raggiungibile con la seggiovia Latemar e una piccola discesa vicino al Campo Scuola di Pampeago, in questo rifugio ottagonale con finestre su tutti i lati, potrete ammirare le più belle montagne che circondano la skiarea: il Latemar, il Dos Capèl, la Pala di Santa. Il rifugio propone un self service veloce, vi consigliamo tagliatelle ai funghi e l’immancabile cotoletta alla milanese con patate fritte che qui si chiama Wienerschnitzler mit Pommes. Tutti i menù sono bilingui, una splendida occasione per giocare con le parole. Spesso una buona cotoletta con croccanti patate dal cuore morbido racchiude il gusto delle vacanze sulla neve in montagna.

Altre sfiziosità da gustare nei rifugi dello Ski Center Latemar le trovate qui. Venite a trovarci sulle piste: gli impianti di Obereggen, Pampeago e Predazzo sono aperti tutti i giorni.

0 Read More

5 COSE DA FARE CON I RAGAZZI SULLE PISTE DELLO SKI CENTER LATEMAR

5 cose da fare con i ragazzi sulle piste dello Ski Center Latemar: ecco quel che ci vuole per mettere tutti d’accordo e godersi una vacanza sulla neve! In vacanza sulla neve con bambini grandi, tra i 10 e i 14 anni, non è facile accontentare tutti: è un’età in cui sono curiosi, l’idea di giocare sulla neve li elettrizza ma ogni tanto hanno quello sguardo che non sai.

Con questa mini guida di attività per vacanze sulla neve per teenagers troverai l’idea giusta. Loro si divertiranno sulle piste dello Ski Center Latemar in tutta sicurezza e sì, voi potrete godervi una giornata di sci e relax sulle montagne innevate del Trentino.

  1. Pista boardercross a Pampeago

    pista boardercross Pampeago

    pista boardercross Pampeago

Questa facile pista si può affrontare con la tavola o con gli sci, basta avere il casco ben allacciato. Sono curve strette e cunette che vi faranno vivere emozioni e puro divertimento. Controllate che la pista sia libera, fate un bel respiro e poi via: se siete in compagnia, preparatevi a sfidare i vostri amici!

  1. Snowpark a Obereggen

    Snowpark a Obereggen

    Snowpark a Obereggen

Nello snowpark di Obereggen è come essere catapultati in un mondo parallelo: i salti diventano “jumps”, le evoluzioni sui dossi diventano “tricks”, il tracciato viene perfettamente “shaped”. Parlano tutti una lingua strana e divertente che solo i veri snowboarder possono capire. Anche quest’anno la neve è stata sagomata alla perfezione e vi aspettano nuove strutture per il freestyle. Come facciamo? Con il sistema di innevamento riusciamo a garantire strutture sempre diverse.

  1. Ski Pic a Pampeago

    Ski - Pic a Pampeago

    Ski – Pic a Pampeago

Lungo la pista Agnello e la pista “self time” Tresca ci sono delle nuove fotocamere davvero speciali: scarica l’applicazione gratuita Ski – Pic da Google play o da Apple store, attiva il GPS sul tuo cellulare e affronta la discesa. Quando incontri le bandierine Ski Pic ricordati di sorridere. È lì che scatta la foto: la tua prestazione sciistica è pronta per essere condivisa sui social e con gli amici!

  1. Piste Self time a Pampeago

    Self-Time sulla pista Tresca a Pampeago

    Self-Time sulla pista Tresca a Pampeago

Se sei in compagnia degli amici le piste self time sono irrinunciabili. Di cosa si tratta? Sono piste con un tracciato da gara con cronometraggio automatico. Al cancelletto di partenza inserisci una monetina da 50 cent, sistemi bene il casco e sei pronto a scendere tra le porte e sfidare i tuoi amici. Alla fine del tracciato, sul display compare il tempo come nelle vere competizioni! Le piste sono due: Self-Time Campanil (350 m, media difficoltà), a monte della seggiovia Campanil, e Self-Time Tresca (350 m, media difficoltà), scendendo quasi a metà della pista Tresca, sulla sinistra.

Lungo le piste state all’erta: troverete strutture speciali che metteranno alla prova il vostro equilibrio di “jumper”. In fondo alla pista “5 Nazioni”, a Gardonè, e alla pista “Oberholz”, a Obereggen, potrete tentare qualche acrobazia! Ci sono dei punti spettacolari e ben attrezzati, non dovete far altro che allacciare il casco e divertirvi.

  1. Alpine Coaster Gardonè

    L'Alpine Coaster Gardonè predazzo

    L’Alpine Coaster Gardonè

In una giornata sulla neve, tra giochi e sfide tra amici sulle piste e divertimento, non può mancare un giro in Alpine Coaster! Un circuito ad anello: 980 m di dossi, salti e un giro a 360° in tutta sicurezza nel bosco. Fai il biglietto, ti siedi e allacci le cinture. I bob sono a due posti, si muovono su rotaia e la velocità la regoli tu. Puoi salire anche con gli scarponi da sci! Fatti accompagnare da un adulto o da un amico che abbia compiuto 14 anni e goditi la discesa tra gli alberi innevati nei boschi del Latemar. Alpine Coaster Gardonè è un’attrazione unica in Trentino.

QUALCHE INFORMAZIONE PRATICA:

Lo Ski Center Latemar è la più grande area sciistica del Comprensorio Val di Fiemme-Obereggen. Con 3 punti di accesso (Predazzo, Pampeago, Obereggen), 49 km di piste e 18 impianti di risalita nelle montagne del Trentino Alto Adige.

0 Read More

LE OFFERTE VACANZE SULLA NEVE IN VAL DI FIEMME

Scopri le migliori offerte vacanze sulla neve in Val di Fiemme: le montagne del Trentino sono perfette per sciare, slittare, fare passeggiate facili nel bosco con i bambini, scoprire la cucina tradizionale nei rifugi. Le offerte vacanze sulla neve includono sconti, notti gratis in hotel per sciare in famiglia, buoni per centri benessere e prodotti tipici. Guarda le migliori offerte vacanze sulla neve in Val di Fiemme, vieni a scoprire l’atmosfera delle Dolomiti in inverno.

SCIARE AL SOLE DI PRIMAVERA: UNA GIORNATA SUGLI SCI È GRATIS

sciare in val di fiemme a predazzo

l’offerta Dolomiti SuperSun: una giornata di vacanza sulla neve in omaggio!

Dal 17 marzo a fine stagione 2018: 7 giorni di vacanza sulla neve al prezzo di 6.

Se vieni in vacanza in Val di Fiemme per sciare al sole di primavera puoi stare 7 giorni in hotel pagandone 6 e hai lo skipass 6 giorni al prezzo di 5. L’offerta è valida in tutti gli alberghi che aderiscono all’iniziativa nelle zone sciistiche Dolomiti Superski. I buoni per la giornata omaggio vengono consegnati in albergo. Prenoti ora, vieni in vacanza dal 17 marzo, hai lo skipass dal 18 marzo. Non tutti gli impianti rimangono aperti fino a fine stagione: la cosa migliore è contattare l’Apt della Val di Fiemme o la struttura alberghiera.

QUALCHE INFORMAZIONE PRATICA

A Predazzo puoi raggiungere le piste con la telecabina Predazzo-Gardonè (1650 m): sciare sulle mitiche piste dello Ski Center Latemar , divertirti sulla neve con i bambini nella Foresta dei Draghi, lanciarti sulla pista delle slitte e sfrecciare nel bosco sull’Alpine Coaster Gardonè.

Ski Center Latemar è la più grande area sciistica del Comprensorio Val di Fiemme-Obereggen. I punti di accesso alle piste sono tre: Predazzo, Pampeago e Obereggen. Da dicembre ad aprile tutti gli impianti e le piste sono aperte, trova il periodo giusto e vieni a trovarci.

VUOI SAPERNE DI PIÙ E PRENOTARE?

Azienda per il Turismo della Val di Fiemme

tel. 0462 341419

booking@visitfiemme.it

www.visitfiemme.it

0 Read More

5 PIATTI TIPICI DA GUSTARE NEI RIFUGI DELLO SKI CENTER LATEMAR, IN TRENTINO ALTO ADIGE

Ti stai chiedendo quali sono i piatti tipici da gustare nei rifugi dello Ski Center Latemar, in Trentino Alto Adige? Ogni rifugio ha una particolarità: la posizione, la musica, l’apres-ski, il panorama, l’architettura e gli arredi. Tutti hanno un menu ricercato e piatti tipici del Trentino Alto Adige. Se cercate un gusto sorprendente e sapori unici da assaporare ai piedi del Latemar patrimonio Unesco, oggi vi consigliamo 5 piatti gustosi per una giornata sugli sci!

Parte I.

  1. Sinfonia di Strudel, al rifugio Passo Feudo

Sinfonia di strudel al Passo Feudo

Sinfonia di strudel al Passo Feudo

Il rifugio si trova a Passo Feudo alla partenza della mitica pista Cinque Nazioni e della pista Torre di Pisa. Da qui un panorama a 180 gradi sulla catena del Lagorai, le Pale di San Martino e sulle Dolomiti a nord fino alla Marmolada.

La sinfonia di strudel delle sorelle Margoni amalgama tradizione, eleganza e innovazione in un unico strepitoso piatto. Lo strudel, dolce tipico a base di mele, è rivisitato in quattro versioni con abbinamenti che ne esaltano il gusto.

Il classico strudel di mele è servito con una pallina di gelato allo zenzero, lo strudel con semi di papavero è accompagnato dalla salsa di vaniglia, lo strudel alle noci e nocciole è servito su salsa di cioccolato e lo strudel ai frutti di bosco si sposa con una ricca confettura.

  1. Risotto al pino mugo del Latemar, al rifugio Oberholz

Risotto al Pino Mugo al rifugio Oberholz

Risotto al Pino Mugo al rifugio Oberholz

Il rifugio Oberholz eco-charme dello Ski Center Latemar è facilmente raggiungibile da Obereggen anche senza sci. All’interno un ambiente caldo, raffinato e ricco di stile. Tutti i dettagli sono curati con attenzione e il menu non fa differenza.

Lo chef propone rivisitazioni delle specialità tradizionali altoatesine, come il risotto con pino mugo del Latemar, mozzarella di bufala e manzo essiccato. Una curiosità: il pino mugo viene scelto e raccolto dallo chef ai piedi del massiccio del Latemar.

  1. Keiserschmarren (frittata dolce dell’imperatore), al rifugio Weigler Schupf

Kaiserschmarren al rifugio Weigler Schupf

Keiserschmarren al rifugio Weigler Schupf

Il rifugio Weigler Schupf è una piccola baita in legno, in posizione riparata dagli sguardi indiscreti: perfetta per chi cerca l’atmosfera tradizionale dei luoghi di montagna. Il proprietario Martin e la sua famiglia vi accoglieranno con un sorriso dolce e sincero. I tavoli non sono molti, se trovate posto potrete gustare il miglior Keiserschmarren delle Dolomiti in una atmosfera intima.

Il Keiserschmarren è una crêpe soffice e spessa, tagliata a pezzetti, arricchita con mele e uvetta – in base alla creatività della chef – con l’immancabile confettura di “garnete” (mirtilli rossi di montagna). Cosa rende speciale questo piatto? La morbidezza e il contrasto tra aspro e dolce degli ingredienti.

  1. Ravioli con polenta e Montasio, allo Chalet Caserina

chalet caserina pampeago

Pappardelle al ragù di cervo e ravioli di polenta e montasio

Lo Chalet Caserina è sulle piste da sci, dove la famosa pista Agnello incrocia la pista Tresca. Ha una bella terrazza e un ambiente rinnovato con la gestione sapiente di Valerio Piazzi. Una chicca: offre anche cene con trasporto in motoslitta.

Tra le specialità dello chef ci sono i ravioli con polenta e Montasio e le pappardelle al ragù di cervo.

  1. Spaghetti allo scoglio, al rifugio Mayerlalm

Spaghetti allo Scoglio alla Mayer Alm

Spaghetti allo Scoglio alla Mayerl alm

Scendendo lungo la pista Absam, fate una sosta al Mayerl alm: una vecchia malga per l’alpeggio del bestiame che ora ospita chi cerca la buona cucina e ama il pesce tanto da inseguirlo in montagna. Non è una stranezza se pensate che 240 milioni di anni fa in queste zone i mari tropicali c’erano davvero!

Cosa mangiare al rifugio Maierl alm? Noi consigliamo gli spaghetti allo scoglio: un piatto ricco, fresco e piacevole che si discosta dall’offerta della cucina tipica montana.

Se avete l’acquolina in bocca venite a trovarci sulle piste dello Ski Center Latemar! Oggi vi proponiamo 5 sfiziosità, è solo l’inizio. Il nostro tour nei rifugi continua, vi terremo aggiornati sulle prelibatezze e i piatti tipici del Trentino Alto Adige. Alla prossima 😉

0 Read More

5 CONSIGLI PER VESTIRE I BAMBINI IN MONTAGNA SULLA NEVE DELLE DOLOMITI

Ecco 5 consigli per vestire i bambini in montagna sulla neve delle Dolomiti! Utili per ripararsi dal freddo e giocare in tutta comodità, senza sudare e doversi cambiare da capo a piedi a metà giornata.

Le soffici nevicate che hanno ricoperto le Dolomiti e la Val di Fiemme nelle ultime settimane hanno risvegliato la voglia di neve. La neve mette allegria, bianca e soffice com’è fa venire voglia di sentirne il gusto. L’abbiamo assaggiata tutti almeno una volta, diciamolo. Ma attenzione al pancino, mangiare neve in quantità non è una buona idea. Dev’essere pulita e incontaminata, altrimenti molto meglio una barretta di cioccolato o frutta secca 😉

COME CI DOBBIAMO VESTIRE PER STARE COMODI E GIOCARE SULLA NEVE?

Se avete scelto un weekend o una settimana bianca in montagna sulla neve con i bambini basterà un piccolo pendio per scatenare la voglia di scivolare e improvvisare qualche gioco. Una giornata sulle piste da sci offre spesso la possibilità di slittare e giocare nei parchi divertimento. Con qualche accorgimento possiamo vivere in tranquillità questa meravigliosa esperienza e tornare a casa con un bambino stanco, contento e asciutto 😉

  1. Come scegliere una tuta da sci per i bambini?

    vestire i bambini in montagna in inverno

    Quando si gioca è meglio stare comodi 😉

Se scegliamo una tuta da sci intera saremo tranquilli che non entri la neve e la schiena rimanga asciutta. Se abbiamo una tuta da neve spezzata – pantalone e giacca a vento – il pantalone dovrebbe essere una salopette in modo da proteggere pancia e schiena. In ogni caso meglio scegliere pantaloni imbottiti e impermeabili.

  1. Cosa mettere sotto la tuta da sci?

Se scegliete biancheria termica siete a posto. La calzamaglia e la canotta termica a manica lunga (caldo cotone o materiali termici) oltre a un buon paio di calzettoni sono perfetti per trascorrere una giornata sulla neve.

  1. Meglio scarponi o scarponcini in montagna d’inverno?

    come vestire i bambini in montagna sulla neve

    Spezzata o intera? L’importante è che tenga coperti schiena e pancia 🙂

Quando scegliete gli scarponcini (d’inverno devono essere impermeabili) o gli scarponi da sci meglio avere l’accortezza di provarli (prima dell’acquisto o del noleggio) con i calzettoni da sci. In genere sono più grossi dei calzetti normali e prendono spazio. Scegliete un numero comodo (mezzo numero in più per esempio) in modo da tenere caldi i piedini.

  1. Quali accessori scegliere per giocare sulla neve?

Per ripararsi dal freddo e godersi una giornata sulla neve con i bambini bastano pochi accessori. Un berretto, che copra anche le orecchie, uno scaldacollo (più pratico della sciarpa) e i guanti. Quando scegliete i guanti, preferiteli un po’ abbondanti sulle dita: starete caldi e comodi. Portatevi degli occhiali protettivi, perché la neve potenzia il riflesso del sole. Per la stessa ragione è bene mettere una buona crema solare protettiva, anche se la giornata non fosse particolarmente soleggiata.

  1. È vero che il casco è indispensabile sulle piste?

Sugli sci, come sulle piste da slittino, il casco è obbligatorio per chi ha meno di 14 anni. Valutate se acquistarne uno o noleggiarlo nei negozi specializzati. Nelle stazioni a valle dei comprensori sciistici delle Dolomiti potete trovare un punto vendita che propone anche il noleggio delle attrezzature.

Ricordate che se i bambini giocano nella neve, corrono e si muovono è meglio non esagerare con il vestiario per non farli sudare. Di solito i bambini sopportano meglio degli adulti il freddo, beati loro. Fate solo attenzione che non stiano troppo tempo fermi al freddo o che non abbiano indumenti bagnati a contatto con la pelle. Se fate una sosta in un rifugio o al chiuso, togliete qualche strato per evitare sbalzi di temperatura all’uscita.

Buone giornate di sole sulla neve con tante risate e puro divertimento! Nello Ski Center Latemar gli impianti sono aperti fino all’8 aprile. Vi aspettiamo.

0 Read More

COSA FARE CON I BAMBINI A CARNEVALE NELLO SKI CENTER LATEMAR

Cosa fare con i bambini a Carnevale nello Ski Center Latemar? Ecco 6 proposte divertenti e colorate.

“A Carnevale ogni scherzo vale” recita un vecchio detto. Sulle piste dello Ski Center Latemar siamo pronti a festeggiarlo come si deve, con tante attività per i più piccoli e non solo. Una settimana di giochi e mille coriandoli vi aspetta!

Per vivere il Carnevale sulle piste con le sembianze del draghetto Tof, Robinia o della dolce Pina: scarica e ritaglia le mascherine dei personaggi della MontagnAnimata

Ecco le mascherine della MontagAnimata

  1. CARNEVALE SULLE PISTE DELLO SKI CENTER LATEMAR
carnevale sulle piste dello ski center latemar

Lo Zecchino d’Oro al parcogiochi Regno dei Draghi

Clown, trucca bimbi e giochi in pista ci riportano a vivere il Carnevale con gli occhi dei più piccoli. Un ricco calendario di eventi carnevaleschi vi intratterrà sulle piste dall’8 al 13 febbraio.

Ecco 3 appuntamenti da non perdere:

  • lunedì 5 febbraio dalle 10.00 alle 15.30 a monte della telecabina Predazzo-Gardoné ci verranno a trovare i Clown dello Zecchino d’Oro! È prevista animazione sulle piste e nel Kindergarten Il Regno dei Draghi
  • mercoledì 7 febbraio dalle 10.00 alle 15.30 sarà Pampeago a ospitare buffi personaggi dello Zecchino d’Oro sulle piste e nel Kindergarten Bip Club
  • lunedì 12 febbraio sulle piste e nei rifugi dello Ski Center Latemar ad attendervi ci saranno Clown e buffi giochi coinvolgenti. Vedi il programma nella tabella qui sotto 🙂
12.02.2018 CHRYS MAGIC CLOWN PIA CLOWN FILIPPO CLOD
10:30 Rifugio Mayrl Alm Absam Stube Baita passo Feudo Latemar Hütte
12:00 Rifugio Weigler Schupf Laner Alm Campo Scuola Gardonè Campo Scuola Latemar
13:30 Rifugio Agnello Oberholz Baita Gardonè Ganischger Alm
15:00 Chalet Caserina Platzl Campo Scuola Gardonè Zischg Alm
  1. SLALOM MASCHERATO A PAMPEAGO

Il 13 febbraio vi aspetta uno slalom mascherato dall’anima goliardica, ricchi premi e intrattenimento per i più piccoli. Si comincia alle 14.30: la gara (non competitiva) si svolgerà alla partenza degli impianti di Pampeago, lungo la parte finale della pista “Canalone Agnello”.

Il divertimento continua tra giochi, risate e discese da togliere il fiato 😉

  1. ALPINE COASTER GARDONÈ

Alpine Coaster Gardonè è un circuito ad anello di 1 km circa: 980 m di dossi, salti e un giro a 360° in tutta sicurezza nel bosco. Fai il biglietto, ti siedi e allacci le cinture. I bob sono a due posti, si muovono su rotaia e la velocità la regoli tu. Alpine Coaster Gardonè è un’attrazione per bambini dai 5 anni in su. Fatti accompagnare da un adulto e goditi una bellissima discesa tra gli alberi innevati nei boschi del Latemar. Alpine Coaster Gardonè è gratis per i bambini fino a 7 anni accompagnati da un adulto.

  1. LA FORESTA DEI DRAGHI IN INVERNO
la foresta dei draghi in inverno predazzo

La Foresta dei Draghi! Un luogo magico dove cercare tracce di potenti creature alate 🙂

La Foresta dei Draghi è una passeggiata facile per bambini e famiglie. Ti muovi tra rocce, piccoli passaggi segreti e radure tra il fitto del bosco innevato. Scarponi, guanti, sciarpa e berretto. Il sentiero è libero, non serve prenotare. Sei vicino alle piste da sci, nella quiete del bosco. Puoi chiedere un giocolibro all’arrivo della telecabina Predazzo-Gardonè: giochi e scopri le tracce lasciate dai draghi buoni del Latemar. Completa il giocolibro: puoi ritirare un premio all’ufficio Skipass quando scendi!

  1. PISTE PER SLITTARE SULLA NEVE IN MONTAGNA
piste per slittare a gardonè predazzo

Nello Ski Center Latemar le piste per slittare sono a Gardonè e a Obereggen!

Se vieni da Predazzo c’è una pista per slittare a Gardonè: prendi la telecabina Predazzo-Gardonè, arrivi a 1650 m, vai in cima alla pista delle slitte con la seggiovia Campo Scuola. Puoi noleggiare una slitta o il bob all’arrivo della telecabina, fai il biglietto e divertiti con i tuoi amici! La pista è lunga 500 m, tra curve e dossi di divertimento puro. È gratis per i bambini fino a 7 anni.

pista slitte a obereggen

Pista per slittare a Obereggen

Se vieni da Obereggen puoi provare la nuova pista da slittino a Obereggen: 750 metri di pista dal rifugio Epircher-Laner fino alla stazione a valle della seggiovia Absam-Maierl. È un percorso facile, con un dislivello di 108 m. E se hai voglia di slittare anche di notte sulla neve nello Ski Center Latemar, tre giorni a settimana la pista Obereggen è illuminata dalle 19.00 alle 22.00: tutti i martedì, giovedì e venerdì. In notturna si slitta su una pista di 2,5 km, con un dislivello di 280 m. Difficoltà? Medio/facile.

  1. PARCHI GIOCO SULLA NEVE CON I BAMBINI
parcogiochi il regno dei draghi a gardonè predazzo

I bambini giocano felici e i genitori si godono sole e relax 😉

A Gardonè, a 10 minuti da Predazzo, c’è un piccolo parco giochi all’aperto sulla neve. L’ingresso è libero e potrai divertirti tra scivoli e morbidi giochi componibili tra una lezione di sci e un giro sull’Alpine Coaster. Vieni a trovarci.

A Pampeago c’è il Bip Club: per i bambini dai 2 anni di età, per giocare all’aria aperta e muovere i primi passi sulla neve con mamma e papà. C’è una grande area attrezzata per giocare sugli sci in sicurezza e sono disponibili servizi di assistenza e intrattenimento. Laboratori, spettacoli e molte altre attività ricreative rendono ogni giornata speciale e divertente. Il Bip Club è aperto anche in caso di maltempo: in parte all’aperto, in parte al coperto. Tutti i giorni dalle 9.30 alle 16.00 (la zona interna invece dalle 10.00 alle 15.30). È disponibile un servizio di assistenza bimbi su richiesta, con prenotazione almeno 24h prima.

A Obereggen, vicino alla pista Eben, c’è Brunoland: un parco giochi sulla neve con l’orso Bruno che ti accoglie. Tra giostre, gatti delle nevi, un tunnel innevato, una pista tubing, un castello gonfiabile e tanti giochi divertenti. Un tappeto magico lungo 50 m e uno di 30 m per rotolare sulla neve! Tutte le settimane un programma di animazione e attività per i bambini sulla neve. Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 16.00, per chi è in vacanza nelle strutture alberghiere dell’Apt della Val d’Ega l’entrata è gratuita.

Qualche informazione pratica:

Ski Center Latemar è la più grande area sciistica del Comprensorio Val di Fiemme-Obereggen. Con 3 punti di accesso (Predazzo, Pampeago, Obereggen), 49 km di piste e 18 impianti nelle montagne del Trentino Alto Adige.

0 Read More

COME ORGANIZZARE UNA GIORNATA SULLA NEVE CON I BAMBINI IN MONTAGNA

Se stai pensando come organizzare una giornata sulla neve con i bambini, Gardonè è il posto perfetto e Alice saprà darti i consigli giusti. Sentite come si è organizzata.

Avevamo voglia di divertirci, giocare sulla neve e respirare aria buona. Ci siamo svegliati prestino e vestiti di tutto punto: tuta da sci, scarponcini, guanti e berretto. Gardonè è a 1650 metri, ai piedi del Latemar, nelle montagne della Val di Fiemme. Partendo da Predazzo, abbiamo preso la telecabina e ci siamo goduti il panorama. Non capita tutti i giorni di sorvolare abeti maestosi puntando alle cime innevate.

Arrivati in quota si apre uno scenario mozzafiato: piste innevate, aria fresca e pulita, un cielo azzurro che promette una giornata meravigliosa. Quante cose ci sono da fare? Non sapevamo da cosa iniziare 😉

Facciamo una passeggiata della Foresta dei Draghi? Un giro in slitta? O andiamo tutti sull’Alpine Coaster? È un bob a rotaia che sfreccia tra gli alberi e torni bambino. Esperienza imperdibile.

Una passeggiata nella Foresta dei Draghi

Foresta dei draghi Predazzo in inverno

Nella Foresta dei Draghi mentre Aurora legge la missione che dobbiamo compiere!

Scegliamo due giocolibri (5,00 € l’uno, all’arrivo della telecabina): uno per Aurora, l’altro per Michele. I bimbi fanno a gara, vogliono sfogliare, leggere le storie, scoprire personaggi mai visti. Acceleriamo il passo, ci incamminiamo nella Foresta dei Draghi.

Il sentiero è battuto e poco impegnativo, il giocolibro ci affida una missione: dobbiamo aiutare Rogos a sfuggire dal perfido mago Kraus.

Ci divertiamo un sacco a scoprire tracce e indizi lungo il sentiero: una  roccia con un graffio, segni di artigli sugli alberi… ma volete sapere il top? Abbiamo scoperto le cassette delle puzze di drago!! La piccola Aurora si è divertita un mondo ad annusare questi scrigni e a riconoscere gli odori dei draghi.

Il paesaggio è bellissimo, il bosco è coperto di neve, sembra di stare in una favola. Proseguendo ci siamo imbattuti in due uova giganti: una rossa in un nido di roccia incantato, l’altra bianca tra rami intrecciati che la tengono sospesa e al sicuro.

Sono uova preziose, fate attenzione. Non preoccuparti Rogos conta su di noi!

Dopo una piccola salita, il sentiero si congiunge con il punto di partenza. Missione compiuta bambini! Rogos è salvo e il mago cattivo è stato neutralizzato.

La pista per slittini, divertimento puro

Pista slitte a Gardonè predazzo

Finalmente arriva la zia! Tutti in slitta!

Quando ci ha raggiunto mia sorella i bambini erano raggianti. Stravedono per la zia e se la contendono per fare coppia sullo slittino 😉 Meraviglia, slittare ci porta indietro nel tempo, a quando eravamo piccole e aspettavamo la prima nevicata per uscire di casa, abbracciare la slitta e scendere dal pendio dietro casa.

pista per slitte gardonè a predazzo

Eccoci sulla pista delle slitte! Fate largoooooooo….

Questa pista per slittare a Gardonè è fortissima! Sali sulla seggiovia del campo scuola e viaaaaaaaa, inizia la gara!

Gli slittini o i bob si possono noleggiare anche sul posto. Il casco per i bambini puoi trovarlo al negozio vicino alle casse, prima di salire in telecabina. Noi abbiamo fatto così! Per una volta sono stata previdente 🙂

Una tappa al Regno dei Draghi, giochi per bambini nella neve

Parco giochi il regno dei draghi a Gardonè in inverno

Ehi Michele! Prendimi se ci riesci! 🙂

È arrivato il momento di una sosta al Parco giochi il Regno dei Draghi. Altalene, scivoli e un trenino colorato dove Aurora si diverte a infilarsi e scappare dal fratello che la insegue. È così bello vedere i bambini che si divertono con la zia che ne approfitto per rilassarmi al sole. Mai senza un velo di crema solare 😉

Alpine Coaster Gardonè, per chi ama volare e chi è un po’ tartaruga

Alpine coaster Gardonè in inverno a predazzo

Vediamo se la mamma è proprio una tartaruga!

Manteniamo le promesse. Proviamo l’Alpine Coaster finalmente. Come sempre i piccoletti fanno a gara per chi sale con mia sorella sul bob. È lei quella “spericolata” e i bambini si divertono di più a scendere veloci sulla pista. Io sono la tartaruga di famiglia e Michele se ne farà una ragione.

Mi dispiace caro, lo sai che la mamma su questi giochi va piano 😉

La giornata a Gardonè è stata strepitosa: divertimento, sorprese, relax al sole. Ci prepariamo per scendere a valle e tornare a casa, non prima di essere passati all’ufficio Skipass a ritirare il premio che ci siamo meritati. Se completi la missione nella Foresta dei Draghi con le indicazioni del giocolibro, alla fine c’è un premio. Aurora e Michele ricevono entrambi il loro drago di legno da costruire e il gioco del drago con i personaggi della MontagnAnimata. Fantastico!

Tra gridolini di felicità e Michele che mi tira un braccio per costruire subito il suo drago, ringraziamo e ci avviamo alla macchina. Un’enorme coda verde ci trattiene per una foto con i bambini. Che giornata fantastica sulla neve con i bambini.

Coda di drago predazzo in val di fiemme

Concludiamo la giornata con un bel selfie sulla coda di drago 🙂

Li trovate anche sui social: basta mettere “mi piace” alla pagina Latemar MontagnAnimata per stare aggiornati sulle novità e trovare tanti spunti per attività originali e divertenti con i bambini in montagna.

0 Read More

Informazioni sul percorso

webcam
WEBCAM
meteo
METEO
alloggi
ALLOGGI
rifugi
RIFUGI
noleggi
NOLEGGIO
altro
ALTRO

Stay tuned!